fregola

Zuppa di fregola sarda e moscardini

Mio marito è in dirittura d’arrivo e la sua stagione sciistica fatta di allenamenti e gare si esauriranno fra breve. Eugenio ricama sulla neve, è davvero un piacere vederlo scendere giù con una maestria, eleganza e nello stesso tempo grinta che lascia davvero a bocca aperta. Oggi mi ha detto che l’inverno è stato cortissimo…Come cortissimo? Si è allenato da Dicembre quasi ogni week end con il suo sci club svegliandosi ad ore impossibili, impegnandosi fino alla chiusura degli impianti con l’ottimo risultato di vedere il suo nome e cognome scritto sul nostro quotidiano genovese il Lunedì mattina.
Francesca, dopo la laurea ha capito quanto è duro lavorare. E’ arrivata da Milano dove sta frequentando un tirocinio che la tiene impegnata a tempo pieno. Mi ha detto che è felice perchè sta imparando tante cose interessanti ed utili per la sua vita professionale, ma arrivando a casa quasi alle 20 ogni sera …la voglia di cucinare scatta a zero. E poi mi manda le foto di frittate non riuscite, di spaghetti un po’ sfatti, di fettine talmente rigide che sembrano suole da scarpe. Non aspetta altro di arrivare a casa per il fine settimana per gustare qualcosa di buono…ma soprattutto di “già fatto”. Ma intanto impara a cucinare sotto i miei vigili consigli.
Giulia, lavorando a Genova, appena arriva a casa, mi segue come un’ombra per vedere cosa preparo ed è lei l’assaggiatrice di casa…..Assaggia questo e quello e poi mi dice che è a dieta e che non vuole mangiare tanto…..Sfido io….ha già mangiato prima!!!
Stasera Eugenio è andato a “ricamare” sulla neve per le sue due prossime gare e, dopo essere andata a prendere Francesca alla stazione, tre ragazze (tra cui anche io) si sono trovate al desco a dipingere un quadro di momenti mancati, di storie meravigliose, di amori che si spera non finiscano mai, di nuovi incontri, di momenti duri sul lavoro, delle dure fatiche di affrontare un mondo duro….Insomma storia di femmine… (se ci fosse stato Eugenio si sarebbe divertito!!!)
Bella cena tardiva gustata davanti ad un buon bicchiere di vino bianco e ad un meravigliosa zuppa di fregola sarda e moscardini (preparata prima delle 21).

Ingredienti per 3 persone

– 1 kg di moscardini
– 8 pugni di fregola sarda ( si può usare anche l’orzo)
– 1 gambo di sedano
– 1 cipolla
– 1 carota
– 1 spicchio di aglio
– 2 foglie di alloro
– 1 pomodoro maturo
– 2 bicchieri di vino bianco
– Aglio, Olio Evo e prezzemolo

  1. Tritare il sedano, la carota l’aglio e la cipolla e soffriggere.
  2. Aggiungere i moscardini e cuocere fino a quando risulteranno rosa ed arricciati.
  3. Versare un bicchiere di vino bianco ed un bicchiere di acqua ed aggiungere le foglie di alloro ed un pomodoro tagliato a pezzi senza semi.
  4. Mettere un coperchio e cuocere a fuoco lento per circa mezz’ora.
  5. A metà cottura aggiungere un altro bicchiere di acqua.
  6. Bollire separatamente la fregola sarda che sarà pronta dopo circa 10/12 minuti.
  7. Aggiungere la fregola cotta nei moscardini e lasciarla insaporire per circa 5 minuti.
  8. Mettere una manciata di prezzemolo tritato

E’ una zuppa gustosa, leggera dal buon profumo di pesce.


0 comments on “Zuppa di fregola sarda e moscardiniAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *